Mandriolo nella rete

Unità pastorale di Mandrio, Mandriolo e San Martino (Vicariato III - Correggio, RE)

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Storia Mandriolo, 1000 anni La chiesa di Mandriolo nel suo millennio

La chiesa di Mandriolo nel suo millennio

E-mail Stampa

Premessa.

Vorranno i lettori scusare se, a causa della alquanto affrettata stesura di queste note sulla Chiesa e sulla Parrocchia di Mandriolo, non si è potuto addivenire ad una trattazione più completa, più lineare e più conseguente, quale la celebrazione del millenario della accertata esistenza della Chiesa dedicata alla B. V. dell’Annunciazione richiedeva.

La Parrocchia di Mandriolo come appare in una fotografia del 1° settembre 1880. La Parrocchia di Mandriolo come appare in una fotografia del 1° settembre 1880.

Le ricerche d’archivio sono state forzatamente limitate a quello parrocchiale, mentre la bibliografla consultata stata piuttosto esigua, anche perché si ritiene che poca ve ne sia.

Si confida vivamente che altri compiano con giovanile entusiasmo ed energie appropriate ricerche e stendano un completo studio su questa Chiesa Parrocchia e Villa, memori dell’esortazione del Foscolo: “Italiani, io vi esorto alle istorie”.

Ecco la fotocopia dell’atto di nascita della prima chiesa (o cappella) a Mandriolo. Il documento dice nella parte inquadrata: «Nel nome del Signore Iddio e Salvatore nostro Gesù Cristo, Ottone per grazia di Dio imperatore Augusto, nell’anno quattordicesimo del suo impero, nel giorno 14 del mese di settembre, essendo la nona indizione... doniamo e consegnamo al predetto vescovo (Teuzone di Reggio E.) in diritto e proprietà questo: un pezzo di terra con cappella ivi costruita in onore della Beata madre di Dio e del Beato Prospero Confessore di Cristo e di S. Silvestro... a MANDRIOLO». Poichè la data di questo documento, conservato nell’archivio vescovile di Reggio Emilia, è precisata da due elementi (il quattordicesimo anno dell’impero di Ottone II e l’anno della nona indizione), in contrasto con quanto asseriscono autorevoli storici locali, come il Torelli o il Saccani, riteniamo più prbabile, peraltro d’accordo con uno storico di primissima grandezza L.A. Muratori, che la data di tale documento sia il 14 SETTEMBRE 981. Ecco la fotocopia dell’atto di nascita della prima chiesa (o cappella) a Mandriolo. Il documento dice nella parte inquadrata: «Nel nome del Signore Iddio e Salvatore nostro Gesù Cristo, Ottone per grazia di Dio imperatore Augusto, nell’anno quattordicesimo del suo impero, nel giorno 14 del mese di settembre, essendo la nona indizione... doniamo e consegnamo al predetto vescovo (Teuzone di Reggio E.) in diritto e proprietà questo: un pezzo di terra con cappella ivi costruita in onore della Beata madre di Dio e del Beato Prospero Confessore di Cristo e di S. Silvestro... a MANDRIOLO». Poichè la data di questo documento, conservato nell’archivio vescovile di Reggio Emilia, è precisata da due elementi (il quattordicesimo anno dell’impero di Ottone II e l’anno della nona indizione), in contrasto con quanto asseriscono autorevoli storici locali, come il Torelli o il Saccani, riteniamo più prbabile, peraltro d’accordo con uno storico di primissima grandezza L.A. Muratori, che la data di tale documento sia il 14 SETTEMBRE 981.
Si è voluto d’altra parte assolvere al compito di tracciare per sommi capi e nei soggetti di maggior interesse, e se si vuole di semplice curiosità, una breve, a volte mozza cronaca, non storia, di avvenimenti e fatti che colleghino i parrocchiani di oggi a quelli che negli ultimi dieci secoli hanno qui vissuto.

E si voluto in particolare insistere nel dare una visione della struttura della nuova Chiesa quale fu riedificata sulla pianta della vecchia e quale è ancora quella che oggi riunisce a sé e intorno a sé i parrocchiani in momenti e funzioni di mestizia ed anche più spesso in momenti e funzioni di gioia e di speranza e pur sempre di Fede nella luce illuminante della Croce.




 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Commento: